Come si gestisce una escape room?

Consigli per uscire vittoriosi da un gioco.

Quando pensate alla vostra prima visita a una escape room, potreste chiedervi: sarà difficile come un armadio IKEA senza istruzioni di montaggio? Come si fa a usare un tasto quando di solito ci si limita ad accarezzare gli schermi tattili? E da dove cominciare: dal panico o dall'arrendevolezza? Non preoccupatevi, siamo pronti a rispondere a tutte queste domande scottanti, naturalmente con una strizzatina d'occhio. Benvenuti in questa affascinante stanza dove gli abitanti non solo condividono segreti, ma sanno anche come fare una buona battuta.

Il bello delle escape room è che a volte il più grande principiante ha trovato la soluzione mentre il veterano è ancora alle prese con la prima porta. Qui tutti sono uguali: alcuni portano i loro gloriosi fallimenti come esperienza, altri la loro capacità di non nascondersi immediatamente alla vista di un enigma. Anche se a volte discutiamo come una famiglia durante la cena di Natale, siamo tutti d'accordo sul fatto che sono le piccole cose della vita (come le batterie che mancano sempre) a fare la differenza.

Ricordate il concetto di "fuga": La fuga migliore è sempre quella attraverso la porta, a meno che non siate dei ninja e preferiate il soffitto. Quindi, se vedete una porta, cercate la chiave. Questo metodo è più collaudato rispetto al tentativo di sfondare il muro a mani nude. Non rifuggite dagli indizi: Sono come fantasmi amichevoli che vi indicano la strada senza che dobbiate condividere il merito con nessuno.

 

Un appassionato di escape room consiglia di esaminare tutto con attenzione: chissà, forse l'uscita è abilmente camuffata da una botola nel pavimento? È importante condividere ogni idea, anche la più folle, con il team. Chi avrebbe mai pensato che "Facciamo finta di essere dei mobili" potesse essere la soluzione?

 

Un amante dell'ordine consiglia di raccogliere tutti gli oggetti trovati in un unico posto. È come un mercatino delle pulci: non si sa mai cosa si troverà, ma è bene sapere dove si trova. Di solito ogni oggetto ha il suo momento importante nella escape room, dopo di che è solo un bel ricordo. Se preferite il brivido di farlo da soli, chiedete al game master di darvi gli indizi solo dopo che avrete girato in tondo per tre volte e avrete detto "Per favore, per favore, per favore".


Preparatevi a orientarvi rapidamente e a comprendere i contorti processi di pensiero dei creatori della escape room. Non toccate tutto a caso, a meno che non vogliate verificare se anche il vaso fa parte del puzzle. Tuttavia, se sentite l'impulso di esplorare tutto, fatelo: è probabile che vi imbattiate in qualcosa di importante. Se un oggetto oppone resistenza, ricordate: meno forza, più testa. Non lasciate che l'oggetto decorativo cruciale rimanga senza.

 

Vi consigliamo anche di mantenere la calma e la concentrazione: il panico non è un buon consigliere, a meno che non stiate giocando a "chi diventa isterico più velocemente". La buona notizia è che c'è sempre abbastanza tempo per pianificare la prossima mossa e battere la soglia di attenzione di un pesce rosso. La escape room apprezzerà i vostri sforzi. La cosa più importante è divertirsi con il gioco. Se ci riuscite, le escape room potrebbero diventare la vostra nuova ossessione. "Ma questo non significa che non devi pensare": un saggio consiglio che anche i giocatori più esperti dovrebbero ricordare, anche se stanno cercando di fuggire da una replica di una tomba egizia.